Strudel di mele con uvetta, pinoli, marmellata e cannella

Equinozio d’autunno ed è subito voglia di strudel di mele, quel dolce che ci scalda nei pomeriggi che diventano sempre più freschi.

Di ricette di strudel di mele ce ne sono tante, la mia versione preferita è quella con un ripieno a base di uvetta sultanina, pinoli e anche della marmellata di pesca. La marmellata è facoltativa, ma a me piace perchè aiuta a legare gli ingredienti e con il calore, conferisce una nota ancora più dolce al ripieno. 

Mi piace realizzare più strudel durante il weekend per poi tagliarli a fette e conservarli sottovuoto. Così, durante la settimana, quando il tempo è poco, posso servire la colazione e la merenda alla mia sofia con alcune fette di strudel di mele, precedentemente conservate sottovuoto.

(Bilancia elettronica con ciotola Laica)

Ingredienti per uno strudel di mele:
  • 1 sfoglia (per la ricetta della pasta vi rimando alla ricetta su IFood)
  • 500 g di mele (circa 2 mele)
  • 50 g di uvetta sultanina
  • 100 ml di rum
  • 50 g di pinoli
  • 2 cucchiai di marmellata (per me di pesca)
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 cucchiaio zucchero di canna
  • un pizzico di sale
  • tuorlo d’uovo per la superficie
  • zucchero a velo

Procedura:

  1. Ho messo in ammollo l’uvetta sultanina nel rum e ho tagliato le mele a dadini
  2. In una ciotola grande, ho messo le mele a dadini, aggiunto l’uvetta, i pinoli, la marmellata, la cannella , lo zucchero di canna e il sale
  3. ho mescolato il tutto e adagiato il ripieno si una sfoglia che poi ho arrotolato e chiuso, spennellando la superficie con il tuorlo
  4. ho cotto nel forno a 180°c per circa 40-45 minuti fino a quando la superficie dello strudel diventa dorato, ho cosparso lo zucchero a velo.

Per mettere sottovuoto lo strudel, ho tagliato a fette e inserito nelle buste sottovuoto in dotazione con la macchina per sottovuoto extra slim vacuum sealer Laica. La macchina è davvero semplice da utilizzare: si posiziona il lato aperto della busta nella macchina e si chiude il coperchio; si preme il bottone “auto”, la macchina aspira automaticamente tutta l’aria; quando la spia “SEAL” si accende vuol dire che la macchina è pronta a sigillare la busta. In pochi minuti ho messo sotto vuoto le fettine di strudel, che poi tirerò fuori al bisogno durante la settimana 😉

(Macchina sottovuoto completamente automatica Laica)

 

Questa ricetta è stata realizzata in collaborazione con Laica, nell’ambito di un progetto editoriale di iFood.

Buona settimana a tutti!

 

 

 

2 Comments

  • Omar ha detto:

    Yum yum, sembra così deliziosa!

    Ma perché non utilizzi un attrezzo per fare le carte ricette per le tue ricette?
    Ecco una buona cosa che ti piacerebbe: http://www.recipesgenerator.com

  • Patrizia ha detto:

    Vatiiiii!! È da un po’ che non passo a trovarti, ma ho recuperato, guardando i post che mi sono persa!! Mamma mia come è cresciuta Sofia, hai ragione, è proprio una signorina, ed è bellissima!!😍
    Inutile dire che crei sempre emozione attraverso le immagini della tua Thailandia, ed anche empatia, perché trasmetti a chi legge le tue emozioni! Grazie. E mi fa tanto piacere ‘sentire’ la tua serenità ritrovata…
    Ti abbraccio forte, dolce Vaty!!
    Ciao… ‘piccola’ 💕
    Patri
    (…e ho salvato la tua ricetta dello strudel di mele, così, quando proverò a farlo, mi farai compagnia 😜)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *